Archivio dell'autore: Ilaria d'Andria

Dal 15 giugno: torna AriAnteo, la rassegna di cinema all’aperto targata Anteo

La lunga astinenza da grande schermo volge al termine, con l’augurio che la smetta di piovere è iniziato il conto alla rovescia per la sempre molto gradita – e quest’anno più attesa che mai – stagione dell’AriAnteo con quattro arene sotto le stelle dove gustarsi un film – in calendario ci sono titoli della passata stagione da (ri)vedere o recuperare, dei film la cui uscita nelle sale è stata bloccata dall’emergenza sanitaria nonché alcune promettenti rassegne una delle quali dedicata a Federico Fellini -, eccole, in ordine di partenza: lunedì 15 giugno con Tornare di Cristina Comencini e La vita invisibile di Euridice Gusmao di Karim Aïnouz si accendono i due schermi di AriAnteo Chiostro dell’Incoronata, la multisala accanto al Palazzo del Cinema con sistema audio stereo in cuffia wireless, e lo schermo di AriAnteo Villa Reale di Monza (viale Regina Margherita di Savoia, qui il primo titolo in programma sarà Downton Abbey di Michael Engler), martedì 16 giugno parte con L’ufficiale e la spia di Roman Polanski AriAnteo Palazzo Reale (piazza Duomo 12) e infine mercoledì 17 si accende con La belle èpoque di Nicolas Bedos lo schermo di AriAnteo Triennale, nel giardino della Triennale di Milano (viale Alemagna 6), novità di stagione. Altra novità sarà la collaborazione con Zelig Media Company, grazie alla quale AriAnteo si trasforma in cabaret: a partire dal 22 giugno, una volta a settimana per ogni arena, ci sarà uno spettacolo con un artista di Zelig (nomi? eccone giusto qualcuno: Daniele Raco, Marco Della Noce, Max Angioni, Davide Calgaro, Ippolita Baldini) prima della visione del film in programma. Per i calendari completi fino al 30 giugno, informazioni sui biglietti (il numero dei posti sarà calcolato in base al Protocollo di Sicurezza anti contagio Covid-19), molte altre notizie utili (come quelle sui punti di ristoro) vi rimando a www.spaziocinema.info.

28 maggio alle 14.30 per GLI INCONTRI DELLA CIVICA: ZELIG, LA COMICITA’ E’ UN MESTIERE, CON GIANCARLO BOZZO e LEONARDO MANERA

Saranno il progetto Zelig, nelle sue tantissime declinazioni, e la comicità, mestiere serissimo al contrario di quanto non si pensi, al centro dell’Incontro della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti in calendario giovedì 28 maggio alle 14,30 in diretta su facebook.com/scuoladicinema.milano/. Ne parleranno con gli studenti Giancarlo Bozzo, autore e ideatore con Gino e Michele e Marco Posani di Zelig, e Leonardo Manera, comico e cabarettista, i quali ripercorreranno la storia di Zelig – da appuntamento notturno del cabaret milanese alla popolarità televisiva nazionale – , soffermandosi sulle tecniche e sulle molte insidie del passaggio dallo spettacolo dal vivo alla trasmissione sul piccolo schermo post prodotta e dell’importanza dei laboratori per trovare e formare nuovi comici. L’incontro, moderato da Ira Rubini, docente delle Civiche e giornalista di Radio Popolare, sarà inoltre l’occasione per riflettere sulla comicità come mestiere che si basa su serietà e disciplina, sulle caratteristiche che contraddistinguono il comico di talento nonché sul futuro del cabaret. Un incontro imperdibile insomma, prendetene nota e giovedì 28 alle 14.30 collegatevi.

Dal 26 maggio: #ioRestoinSALA. UN NUOVISSIMO CIRCUITO NAZIONALE DI SALE DI QUALITÀ

Sono finora settantuno gli esercenti italiani che si sono uniti per proporre su una piattaforma online comune un catalogo di film di qualità, fruibili ora che le sale sono chiuse, ma anche oltre il 15 giugno, data fissata per la loro riapertura: si chiama #ioRestoinSALA il progetto di cinema partecipato, dove non è il cinema a trasferirsi sulla rete ma è la rete a diventare il cinema, che a partire da martedì 26 maggio permetterà agli spettatori di accomodarsi di nuovo nelle loro sale cinematografiche del cuore con un programma di prime visioni, film restaurati, documentari, incontri con i registi e opere uscite pochi giorni prima che il lock-down imposto dall’emergenza sanitaria spegnesse gli schermi. La programmazione avrà inizio con quattro film di qualità che sarebbero dovuti uscire in questi mesi, eccoli: Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, Tornare di Cristina Comencini, Georgetown, debutto alla regia di Christoph Waltz, e In viaggio verso un sogno di Tyler Nilson e Michael Schwartz con Shia LaBeouf, tra gli altri contenuti disponibili un focus sul cinema coreano, La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti e Villetta con ospiti di Ivano De Matteo. Il biglietto per le prime visioni costerà 7.90, quello per un film del circuito ne costerà 3, il 26 maggio i fratelli D’Innocenzo verranno intervistati da Paolo Mereghetti, Cristina Comencini e Cristiana Mainardi saranno intervistate giovedì 28 da Gianni Canova, Lorenzo Mattotti e Antonio Albanese venerdì 29 da Gian Luca Farinelli, le interviste dal vivo avranno inizio alle ore 20.00, prima dell’inizio della proiezione del film, previsto per le 20.30. Le prevendite iniziano oggi, non perdiamo tempo, andiamo subito a scoprire la programmazione dai siti internet dei nostri cinema di riferimento.

 

25 Maggio: OPEN DAY on line alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti

Una giornata di orientamento e informazione che comincerà con la presentazione del direttore Minnie Ferrara e Simone Scafidi – coordinatore del primo anno del corso triennale in Arte e Tecnologia del Cinema e dell’Audiovisivo -, proseguirà con le domande dei partecipanti ai coordinatori di tutti i corsi, a disposizione per presentare i piani di studio, chiarire i dubbi e illustrare i possibili sbocchi occupazionali, proponendo inoltre la visione di alcuni cortometraggi realizzati dagli studenti nonché un tour “virtuale” all’interno della Scuola: appuntamento lunedì 25 maggio con Open Day on line alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, un’iniziativa ideata per aiutare i potenziali allievi nella scelta del proprio percorso di studi, l’incontro avverrà sulla piattaforma Zoom, sono due le sessioni in programma, la prima sarà alle 15.30, la seconda alle 17.00, per partecipare bisogna iscriversi all’indirizzo info_cinema@scmmi.it, le persone registrate riceveranno successivamente il link per prendere parte alla diretta Zoom, all’orario selezionato.

 

 

 

 

 

.

Dal 18 maggio: MioCinema, la piattaforma per i film d’autore

 

Sarà I miserabili – il pluripremiato film di Ladj Ly – il primo titolo di MioCinema, la piattaforma in partenza da lunedì 18 maggio ideata per sostenere uno dei settori più colpiti dalle misure di contenimento del Covid-19. Il progetto, realizzato da Lucky Red, Circuito Cinema e My Movies, mette a disposizione on demand un catalogo di film autore, cui vanno aggiunti promozioni, contenuti originali, servizi, informazioni, masterclass e anteprime esclusive. Lo spettatore interessato si deve registrare (gratuitamente) scegliendo la sala di riferimento, indicando il cap del comune dove risiede. A quel punto il sistema suggerirà i cinema aderenti all’iniziativa (il raggio è di 40 chilometri) e lo spettatore dovrà soltanto selezionare la sala dove accomodarsi, comprando il film (coi principali circuiti di pagamento elettronico) da guardare in streaming (in versione originale oppure con sottotitoli) a sua disposizione per 30 giorni e per 48​ ​ore dopo il primo “play”. Il costo del biglietto sarà all’incirca di 7 euro per i titoli inediti e di 3,50 euro per i titoli di library. Per conoscere i titoli successivi e per altre informazioni utili miocinema.it.

 

 

5 maggio, ore 18 in diretta su facebook.com/scuoladicinema.milano/: presentazione di Caro Cinema

L’emergenza sanitaria che sta travolgendo le nostre vite da oltre due mesi e che fa fatto chiudere tutte le sale cinematografiche ha confinato dentro le quattro mura delle nostre case il cinema, generatore di fiducia, di senso di comunità e di speranza di immaginare scenari inediti, in questo momento complesso, aldilà della più fervida immaginazione: si muove da questa considerazione Caro Cinema, un progetto di narrazione audiovisiva collettiva lanciato da Anteo, Fuoricinema e Lumière & Co., con la collaborazione di Fondazione Milano e col coinvolgimento degli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli per dare forma a una comune idea di cinema per tenere viva la magia e il senso di comunità che l’arte cinematografica insinua nel nostro immaginario e che situazione contingente ha travolto e cambiato. Al progetto – che sarà presentato martedì 5 maggio alle ore 18 in diretta su
facebook.com/scuoladicinema.milano/ da Minnie Ferrara, direttrice della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Cristina Comencini, regista del film Tornare (on demand dal 4 maggio su Sky Primafila, Premiere, Timvision, Chili, Google Play, Infinity, CG Digital, Rakuten TV), Cristiana Mainardi, produttrice, Lionello Cerri, produttore ed esercente, e Matteo Mossi, montatore – potrà partecipare chiunque con un video che racconti a parole o per immagini quali film lo stanno accompagnando in questo periodo di isolamento, quanto gli manca il cinema della sala buia e cosa s’aspetta dal cinema di domani, il materiale, girato in orizzontale con il proprio cellulare, deve essere inviato all’indirizzo e-mail

 

23 aprile per GLI INCONTRI DELLA CIVICA: MARCO D’AMORE in diretta su facebook

Riprenderanno in diretta su facebook.com/scuoladicinema.milano/ dal prossimo giovedì gli Incontri della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti – che fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria legata al Covid – 19 ha sospeso l’attività didattica garantendo ai suoi studenti lezioni a distanza -, il protagonista dell’incontro di giovedì 23 aprile sarà Marco D’Amore – attore, autore, produttore, regista, impegnato tra teatro, cinema e televisione, e prima di tutto ex studente delle Scuole Civiche – che assieme a Ira Rubini, docente delle Civiche e giornalista di Radio Popolare, ripasserà le tappe del suo percorso umano e artistico, dalla formazione alla Civica Scuola d’Arte Drammatica, agli esordi sul palcoscenico, dalle regie teatrali, al cinema, alla televisione, fino al debutto dietro la macchina da presa con L’Immortale, uno spin off, peraltro di grande successo, che farà da anello di connessione tra la quarta e la quinta stagione della serie di Gomorra.

 

Dal 5 aprile su MUBI, piattaforma di streaming online di film d’autore: Perfect Failures

Una selezione di sei film che quando uscirono nelle sale non incontrarono il favore della critica né tantomeno quello del pubblico e di conseguenza del botteghino, rivelandosi pertanto dei disastri produttivi nonché degli incidenti di percorso di grandi autori: inizia domenica 5 aprile a livello globale Perfect Failures, una rassegna cinematografica – proposta da Fondazione Prada in collaborazione con Mubi, la piattaforma di streaming online di film d’autore – da godersi da casa propria, in questo lungo periodo di quarantena. L’obiettivo dell’iniziativa è evidenziare come l’accoglienza iniziale di un film spesso non corrisponda al giudizio sul suo valore, rivedibile nel corso del tempo, il primo titolo scelto è Southland Tales (Southland Tales – Così finisce il mondo, 2016) di Richard Kelly, si continua poi con altri cinque film, uno per ciascun paese in cui la rassegna sarà fruibile, eccoli: A Countess from Hong Kong (La contessa di Hong Kong, 1967) di Charlie Chaplin con Marlon Brando e Sophia Loren, Fedora (1978), colossale flop di Billy Wilder con William Holden, Mario Adorf e Henry Fonda, l’inedito in Italia Night Moves (2013) di Kelly Reinhardt, Un divan à New York (Un divano a New York, 1996) di Chantal Akerman e Showgirls (1995) di Paul Verhoeven. Il costo è di €1 per tre mesi, per collegarsi o avere altre notizie www.mubi.com/it e www.fondazioneprada.org.

 

Dal 3 aprile: CinemAmbiente a casa tua. Una rassegna di film green in streaming

Sarà L’elemento umano (The Human Element) di Matthew Testa -che segue il fotografo James Balog in viaggio negli Stati Uniti come testimone del passaggio di uragani devastanti, di un villaggio di pescatori minacciato dall’aumento del livello del mare, dei rovinosi incendi in California e di una comunità di minatori disoccupati alla ricerca di nuove speranze – il primo film di CinemAmbiente a casa tua, la rassegna online – promossa e curata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Festival CinemAmbiente – Museo Nazionale del Cinema – in partenza da venerdì 3 aprile. L’iniziativa proporrà una selezione di film di argomento green scelti tra i lungometraggi e i mediometraggi che hanno avuto successo nelle ultime edizioni del Festival o che hanno approfondito i temi al centro del dibattito ecologista, in questo periodo di emergenza sanitaria più attuali di sempre, quali i cambiamenti climatici, l’antropizzazione, la tutela degli habitat di specie, l’ecosostenibilità, i nuovi, possibili modelli di sviluppo. Ogni film sarà accompagnato da videomessaggi dei registi o da videointerventi di esperti e ogni tre giorni sarà proposto un nuovo titolo, visibile gratuitamente sul sito di CinemAmbiente, per conoscere il programma completo e vedere i film http://www.cinemambiente.it/acasatua/.

IL BELTRADE SUL SOFÀ – VOD.

Anche il cinema Beltrade di Milano cerca di alleviare l’astinenza da cinema in sala portando una carrellata dei film proposti sul suo schermo di via Nino Oxilia 10 direttamente nelle case degli spettatori, tra i titoli selezionati ci sono Le grand bal di Laetitia Carton, per ritrovare almeno sullo schermo il valore del contatto umano e della condivisione, il bellissimo 1945 di Ferenc Török e ancora Rumore bianco di Alberto Fasulo, un film che percorre le sponde del Tagliamento, il “Re dei fiumi alpini”, protagonista di un racconto che indaga la forza della natura e delle persone e le loro possibilità di resistenza. Il biglietto per vedersi un film dal divano di casa ha vari prezzi, sarà ciascuno spettatore a decidere se usare il biglietto sostenitore, il più caro, o se accedere a un’altra fascia di prezzo, secondo le possibilità, nell’intento di utilizzare questo momento anche per sperimentare il biglietto responsabile. Per conoscere i film (l’elenco si arricchisce giorno dopo giorno) e per tutte le indicazioni utili per poterli vedere www.cinemabeltrade.net.

“Wanted Meets On Demand”, i migliori film targati Wanted Cinema disponibili in streaming

Banksy Does New York, documentario sullo street artist più famoso e misterioso al mondo, Lucky, ultima interpretazione del celebre attore caratterista Harry Dean Stanton, Il giovane Karl Marx, un ritratto inedito del filosofo realizzato del regista candidato Oscar Raoul Peck, e ancora, i documentari Kedi, sui migliaia di gatti che popolano Istanbul accompagnando la vita degli abitanti e Chuck Norris VS Communism, racconto degli ultimi anni della dittatura di Ceaușescu in Romania e la propagazione nel paese di vhs clandestine di film hollywoodiani: in attesa di poter tornare nelle sale, e quindi anche a Wanted Clan, Anastasia Plazzotta, CEO della società, promuove Wanted Meets On Demand, un’iniziativa per permettere agli spettatori di affrontare al meglio questo difficile periodo di quarantena. L’iniziativa, resa possibile grazie alla collaborazione di CG Entertainment e Mymovies, consente l’accesso tramite streaming a numerosi titoli – documentari e film di finzione – del catalogo Wanted, un catalogo ricco di titoli ricercati e raffinati, con storie senza tempo e voci nuove e fuori dal coro. Da segnalare inoltre la rassegna on demand gratuita Donne Wanted, organizzata in collaborazione con MYMOVIESLIVE, la piattaforma che simula la visione di un film al cinema. A partire dal 28 marzo e fino al 4 aprile, nell’ambito della campagna #iorestoacasa, la piattaforma di Mymovies proporrà otto storie al femminile tratte dal catalogo Wanted Cinema, eccole: il dramma adolescenziale in chiave fantasy Blue My Mind, il racconto di formazione sul finire della Seconda Guerra Mondiale La primavera di Christine, il pluripremiato western contemporaneo di Chloé Zhao The Rider – Il sogno di un cowboy, il documentario La Chana, vita di passione e flamenco di una delle più grandi artiste della danza al mondo; Advanced Style, un piccolo gruppo di ultrasettantenni si oppone ai dettami della moda e alla consuetudine legata all’età, Estate 1993, film biografico della regista spagnola Carla Simòn scelta dalla Spagna per la corsa all’Oscar, i documentari The Wolfpack, storia di sette fratelli cresciuti in un appartamento di New York a pane e film senza avere contatti col mondo esterno e Citizene Jane, sulla battaglia combattuta dall’attivista e scrittrice americana Jane Jacobs. Per vederli vi rimando a /www.mymovies.it/iorestoacasa/donnewanted/. Prima di chiudere, un grazie di cuore ai promotori di quest’iniziativa, a emergenza conclusa sapremo come ricambiarvi.

LA VIDEOTECA DI MORANDO: IL CATALOGO DELLA CINETECA IN STREAMING

Oltre cinquecento titoli, tra documentari, classici senza tempo in bianco e nero e titoli più recenti, da godersi comodamente seduti sul divano di casa propria, in streaming: in attesa di uscire dal tunnel la Cineteca Italiana di Milano contribuisce ad alleviare questo periodo difficile regalando al pubblico l’opportunità di usufruire del suo patrimonio archivistico attraverso la Videoteca di Morando che offre un gustoso catalogo di titoli, garantendo gratis l’accesso a materiale dal significativo valore storico. Molte le sorprese, ricchissima la scelta, c’è molta della filmografia di Federico Fellini e di Pierpaolo Pasolini, l’elenco si aggiorna settimanalmente, già 70mila utenti provenienti da ogni dove si sono iscritti, il prossimo potresti essere tu, per registrarti basta cliccare su www.cinetecamilano.it e seguire le indicazioni.

Dal 7 marzo: OpenDDB, la prima rete distributiva di produzioni indipendenti in Europa lancia lo streaming di comunità

Un catalogo, principalmente di film e documentari dal significativo valore sociale che raccontano il mondo che ci circonda e che affrontano temi spesso invisibili ad altri media, aggiornato e ampliato tutti i giorni: sono giorni molto difficili e ciascuno di noi è chiamato a fare la sua parte per sconfiggere il coronavirus STANDO A CASA e rispettando con scrupolo e attenzione le note indicazioni, ben venga pertanto lo streaming di comunità lanciato da sabato 7 marzo da OpenDD, la prima rete distributiva di produzioni indipendenti in Europa, che dite di andare a scoprire cosa possiamo vederci oggi, dal divano di casa? Ecco il link: https://www.openddb.it/streaming-di-comunita/.

 

 

 

 

 

LA GOMERA – L’ISOLA DEI FISCHI, regia di Corneliu Porumboiu

Cristi, corrotto ispettore di polizia di Bucarest, viene mandato a La Gomera, un’isola dell’arcipelago spagnolo delle Canarie, per incontrare la superfatale e misteriosa Gilda, nome non casuale, di cui si innamora, e per imparare il silbo, lingua fischiata cui i contadini del luogo ricorrono per parlarsi da un posto isolato all’altro e che Cristi vuole però usare per liberare un mafioso rumeno dalla prigione e prendersi un bel bottino di soldi sporchi: è diretto dal rumeno Corneliu Porumboiu La gomera – L’isola dei fischi, un thriller miscelato ad altri generi ben fatto e ben recitato ma con una costruzione molto articolata e una trama non sempre facile da seguire, il che alla fine potrà tanto affascinare quanto respingere il pubblico.

 

 

 

Doppio sospetto, un film di Olivier Masset-Depasse

Negli anni Sessanta, in Belgio. Sono molto amiche Alice e Céline, che abitano in due sorridenti villette a schiera separate soltanto da una siepe, sono amici anche i rispettivi mariti e lo sono i figlioletti, hanno un maschio a coppia. Ma le vite serene e armoniose di questi due microcosmi familiari vengono spezzate il giorno in cui Maxime, figlio di Céline e Damien, cade accidentalmente dalla finestra della sua camera, sotto gli occhi di Alice, affaccendata in giardino, che secondo l’amica del cuore non ha fatto abbastanza per salvarlo. Arriva dal Belgio Doppio sospetto di Olivier Masset-Depasse, un elegante thriller psicologico, tratto dal romanzo Derrière la haine di Barbara Abel, sulla graduale discesa in un abisso di paranoie e ambiguità, una storia ben orchestrata, ben girata e ben interpretata che vi terrà incollati alla poltrona, generando anche disagio e insicurezza, dalla prima e minacciosa scena fino all’epilogo, spiazzante per chi non ha letto il libro. E con questo mi fermo e non vi dico nulla di più se non di andare a gustarvelo in sala, speriamo presto anche a Milano e in Lombardia.

Prorogate fino al 4 marzo nei cinema le proiezioni di SALVO AMATO, LIVIA MIA, diretto da Alberto Sironi e Luca Zingaretti

Il cadavere di Agata Cosentino, timida e riservata ragazza, peraltro amica di Livia, viene ritrovato in un corridoio dell’archivio comunale, Montalbano indaga…: sarà trasmesso in primavera su Raiuno Salvo amato, Livia mia, l’attesissimo nuovo episodio sul commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri, interpretato da Luca Zingaretti e diretto da Alberto Sironi e Luca Zingaretti, ma chi vuole vederlo al cinema in anteprima assoluta potrà farlo fino a mercoledì 4 marzo. I proventi dei produttori, Palomar e Rai Fiction, saranno devoluti in beneficienza all’Ospedale Spallanzani di Roma e l’Ape, l’Associazione Pazienti Ematologici dell’ospedale Sant’AndreaSu nexodigital.it l’elenco delle sale.

Dal 28 febbraio al 1° marzo al MIC – Museo Interattivo del Cinema: THE NEW POPE

A distanza di pochi giorni dalla fine della messa in onda su Sky Atlantic e Sky Cinema verrà proposta al MIC-Museo Interattivo del Cinema (viale Fulvio Testi 121, Milano) per un fine settimana – da venerdì 28 febbraio a domenica 1 marzo –  The New Pope, la serie tv ambientata nei corridoi del Vaticano – ideata e diretta dal Premio Oscar Paolo Sorrentino, prodotta da Sky, HBO e Canal+ – che comincia dove si era conclusa The Young Pope. I primi tre episodi saranno proiettati venerdì 28 febbraio a partire dalle 20.30, sabato 29 febbraio, sempre dalle ore 20.30, tocca agli episodi 4, 5 e 6, gran finale domenica 1° marzo con la maratona di tutti i 9 episodi della serie dalle ore 14.30 fino alle ore 23.30 circa, per l’occasione e per festeggiare il Carnevale gli spettatori verranno accolti dal personale del MIC travestito da suore e cardinali, l’ingresso alle proiezioni è gratuito con Cinetessera, per altre notizie www.cinetecamilano.it.

17 e 18 marzo al cinema: ANTEPRIMA ESCLUSIVA DI “LA CONCESSIONE DEL TELEFONO” DI ANDREA CAMILLERI

Prima di arrivare su Raiuno sarà proposto in anteprima esclusiva nelle sale cinematografiche martedì 17 e mercoledì 18 marzo, distribuito da Nexo Digital, La concessione del telefono, il nuovo film della collection evento C’era una volta Vigata, uno dei capolavori di ironia di Andrea Camilleri, tratto dall’omonimo romanzo pubblicato da Sellerio dove si racconta la storia Pippo Genuardi, piccolo commerciante di Vigata che traffica legnami, noto per mettersi sempre in mezzo ai guai. L’elenco delle sale sarà a breve su nexodigital.it.