INTERVISTE

alberto-e-kelis-2-paolo-carlini

“Il mio quartiere”: El punt – fra S. Sofia e S. Calimero-Alberto Cavalli

Alberto Cavalli: "Le cose belle? Le basiliche, una più bella dell’altra. I concerti di musica classica e di musica vocale. La messa in rito tridentino presso la Chiesa della Visitazione. È un quartiere servito da tanti mezzi. C’è un signore che suona la fisarmonica che è bravissimo!"
unnamed

“Il mio quartiere”: Il Giambellino – Anna Fiaschè

Anna Fiaschè, impiegata del Comune di Milano da 29 anni, vive da sempre al Giambellino, dove è nata. “Il mio quartiere? Nel bene e nel meno bello è parte di me. Se qualcosa non funziona mi spiace davvero”.
chiara-boni

“Il mio quartiere”: Buenos Aires, quartiere latino – Chiara Boni

La stilista Chiara Boni: " Mi piacerebbe che il work-in-progress in corso da anni all’incrocio tra via Tunisia e via Ludovico Settala giungesse a conclusione. Non si riesce nemmeno più a capire a cosa stiano lavorando".
GigliolaCuriel+bag

“Il mio quartiere”: Piazza Cinque Giornate – Gigliola Curiel

Gigliola Curiel: "Mi dà quotidianamente gioia l’aiuola di piazza Cinque Giornate, mai sfiorita e curata con immenso amore e grande maestria".
Schermata 2016-08-05 alle 10.31.41

“Il mio quartiere”: Le Terrazze, la Broadway di Milano- Gio’ Tettamanzi

Giovanna Tettamanzi, giornalista, lavora per Milano Sud, mensile che si occupa delle zone 5 e 6: "Consigli per il Comune? Bonificare e occupare le aree e gli edifici dismessi"
QT Daniela Calandrella

“Il mio quartiere”: Brera, senza verde – Daniela Calandrella

Daniela Calandrella, neurologa: "Vorrei che si aprisse ai bambini il bel giardino tra via Statuto e corso Garibaldi, che è abbandonato".
Pietro Virgilio

“Il mio quartiere”: Corvetto – Pietro Virgilio

Pietro VIRGILIO, Cittadino del Corvetto, sogna un ripensamento dell’area che va da Piazzale Bologna a Nosedo, per rendere adeguata la Porta Sud di Milano alle nuove esigenze di una Vera Città Europea
QT Tiziana Ghislotti

“Il mio quartiere”: Monforte-Vittoria – Tiziana Ghislotti

Tiziana Ghislotti, parrucchiera-proprietaria di Nedo, corso Monforte 10: "Le cose belle del quartiere sono il mercato di via Calvi del giovedì, la pasticceria Sissi, l’albergo Chateau Monfort, nuovi ristoranti e negozi"
QT Franco Cologni

“Il mio quartiere”: Brera – Franco Cologni

Franco Cologni, fondatore e presidente della Fondazione Cologni: "Vivere a Brera significa sentirsi parte di una Milano attiva, attenta, sempre in evoluzione"
Chiara Bisconti

“Il mio quartiere”: tra piazza Piemonte e piazza Po – Chiara Bisconti

Chiara Bisconti, assessora: “In questi ultimi cinque anni penso che la città sia migliorata. È stato fatto tanto, penso alla mobilità, al verde, alla valorizzazione dello spazio pubblico”
Daniele Ascoli

“Il mio quartiere”: Tre Torri, un quartiere in divenire – Daniele Ascoli

Daniele Ascoli, direttore di Ca' Bianca Hotel Corte del Naviglio: "Per migliorare il quartiere, al Comune consiglierei di fare più parcheggi, più pulizia e manutenzione delle strade".
Andree Shammah (2)

“Il mio quartiere”: Brera, il più bel quartiere di Milano – Andrée Shammah

La regista Andrée Ruth Shammah: “In questi anni il quartiere è cambiato molto lentamente, come un figlio che quando lo si vede crescere non si capisce quanto cambia”
th

“Il mio quartiere”: Quarto Oggiaro – Padre Giuseppe Bettoni – CasArché

Padre Giuseppe Bettoni: "A Quarto Oggiaro abbiamo definito CasArché luogo di bene comune perché vogliamo favorire la solidarietà fra il quartiere e la comunità di accoglienza per mamme e bambini".
Emilio Sioli

“Il mio quartiere”: Città Studi, tra Lambrate e l’Ortica – Emilio Sioli

Emilio Sioli, operatore culturale: “Sono fra gli animatori di Area M(usica) che intende trasformare Città Studi e i suoi spazi affascinanti in un Quartiere del Jazz e della musica del ’900”.
QT Alba Chiavassa

“Il mio quartiere”: via Donizetti – Alba Chiavassa

Alba Chiavassa, magistrata: “Abito in via Donizetti e non riconosco lì un quartiere con identità in cui riconoscersi”
foto Marco Romano

“Il mio quartiere”: Brera – Marco Romano

Marco Romano, architetto: "Brera è oggi un quartiere di benestanti attempati dove ormai i bambini sono rarissimi e manca quindi quell’occasione essenziale della socializzazione che sono le scuole"
Laura Guardini

“Il mio quartiere firmato”: tra le vie Harar e Monte Baldo – Laura Guardini

Un posto speciale, uno dei tesori un po’ nascosti di Milano, un quartiere firmato da maestri dell’architettura urbana come Luigi Figini, Gino Pollini e Gio Ponti
QT Giovanna Majno

“Il quartiere delle chiese scomparse”: il Cappuccio – Giovanna Majno

Giovanna Majno, del consiglio direttivo della Casa delle Donne di Milano: "Al Comune consiglierei di favorire l’uso della bicicletta e curare l’arredo urbano, soprattutto intorno alle scuole che sono numerose"
QT-Cristina Mordiglia

“Il mio quartiere”: Porta Romana – Cristina Mordiglia

Cristina Mordiglia, avvocato: “Lungo i viali dei Bastioni suggerirei di fare una striscia ciclabile sui marciapiedi, che sono poco utilizzati dai pedoni, mentre le biciclette faticano a transitare sui viali insieme alle auto”
QT foto Marzia Biraghi

“Il mio quartiere”: fra Naviglio Grande e San Cristoforo – Marzia Biraghi

“Grazie al Comitato Ponti è nato il Giardino Condiviso Nascosto, uno spazio di verde fino a ieri incolto, un’area nascosta tra via Malaga e via Bussola, a disposizione dei cittadini del quartiere Barona e di tutti milanesi”.
QT Valentina Strada

“Il mio quartiere”: fra Chiesa Rossa e Gratosoglio – Valentina Strada

Valentina Strada, giornalista: "Qui, dove una volta si parlava quasi solo milanese, ora è difficile sentire la lingua del Porta"
Marco Predari

“Il mio quartiere”: Città Studi – Marco Predari

Marco Predari, cd di Universal Selecta: "Ci vorrebbe una presenza, a giorni e orari fissi, del Vigile di quartiere, cui far pervenire le segnalazioni su eventuali difficoltà, disservizi o quanto arreca disagio ai residenti".
Luisa Toeschi

“Il mio quartiere”: Giambellino/Tortona – Luisa Toeschi

Luisa Toeschi, Italia Nostra Milano Nord: “Questo è il Giambellino del “Ceruti Gino!” di Giorgio Gaber… ancora ci sono i commercianti che se lo ricordano quando passava con l’Ombretta Colli sulla vespa”.
Roberto Serafin 2016

“Il mio quartiere”: De Angeli – Roberto Serafin

Roberto Serafin, giornalista: "Un tempo di qui passava il tram Gamba de Legn diretto a Novara. Usciva sbuffando da un portone di corso Vercelli. Sono tra i pochi che ancora se ne ricordano"
Alberto Loro

“Il mio quartiere”: Alberto Loro – Al Vigentino i polli più buoni di Milano

Alberto Loro, funzionario di banca e artista: “Il Comune dovrebbe far rispettare di più le regole. Si vivrebbe meglio. Mancano il rispetto e il senso civico. Barcellona potrebbe essere un esempio”
agnese-marialuisa

“Il mio quartiere”: Porta Cicca, fra Duomo e Colonne – Maria Luisa Agnese

Maria Luisa Agnese, giornalista: “Il Comune dovrebbe conservare e preservare di più. Probabilmente pedonalizzando o calmierando ulteriormente le auto"
Elena Bardin

“Il mio quartiere”: Sempione, Champs-Elysées milanesi – Elena Bardin

Elena Bardin, consulente di marketing e comunicazione: "La vita della città è spersonalizzata. Sarebbe molto bello che ci riappropriassimo della dimensione familiare dei quartieri di una volta"
foto Cristina Castelli

“Il mio quartiere”: fra Pagano e Wagner – Cristina Castelli

Cristina Castelli, docente di Resilienza: "Le edicole, ormai chiuse e decadenti, dovrebbero diventare luoghi d’incontro (ai bambini piace andare all’edicola per comperare piccole cose!!) oppure essere abolite"
Faustino Boioli

“Il mio quartiere”: fra via Plinio e via Morgagni – Faustino Boioli

Faustino Boioli, Medici Volontari Italiani Onlus: “Da queste parti ci sono belle case d'epoca, non ci sono sconcezze edilizie e c'è il Grande Gillo Dorfles, che vediamo in giro da solo, a 105 anni”.
© pigi cipelli 

stella pende

“Il mio quartiere”: fra Moscova e Porta Volta – Stella Pende

Stella Pende, giornalista: "I milanesi sono tutti dentro, come la loro città. Vedi case severe, poi scopri cortili magici. I romani sono tutti fuori, come la sfacciata bellezza di Roma. Entri poi nelle case e trovi i “bacarozzi”

ULTIME DAI QUARTIERI

Brera

23 settembre 2016

Fiori, moda e artigianato da Floralia

Che bello è arrivata Floralia! Dal 24 al 25 settembre, dalle 10 alle 18,30, si riapre quella allegra, irresistibile, affettuosa festa di fiori e piante, provenienti dai vivai di tutta Italia e contornati da tanti stand colmi di oggetti, biancheria, accessori, casalinghi, vestiti e tante sorprese che ogni anno ravvivano questo mercato.

Altri Quartieri

20 settembre 2016

Aperitivo in bellezza dedicato ai terrem…

Domenica 25 settembre Spazio Bellezza di via Archimede 2 a Milano, salone partner del marchio Wella in cui operano 30 professionisti animati dalla passione per il bello e l’impegno verso gli altri, promuove una serata in cui la bellezza ha una allure speciale, una veste benefica e solidale, vicina agli abitanti di Amatrice

Brera

18 settembre 2016

Torna il mercatino di Floralia

24-25 settembre, dalle ore 10 alle 18, torna il mercatino di Floralia su sagrato della chiesa di San Marco. Le bancarelle, sistemate nel sagrato, nei chiostri, nella sagrestia e nel giardinetto, offronoi fiori, piante, oggetti, vestiti, e tante meraviglie a buon mercato.

Tutti i Progetti QT

Da San Siro a Corvetto-Mazzini, a Molise-Calvairate “Illuminiamo le Tavole”: è un’iniziativa che consegna una “spesa” mensile a famiglie in difficoltà, individuate attraverso società e associazioni che gestiscono i “contratti di quartiere” del Comune di Milano. Enel offre appoggio logistico, nonché la partecipazione attiva dei suoi dipendenti attraverso il “volontariato aziendale” garantendo la gestione dei prodotti. Nell’iniziativa sono coinvolti anche i volontari delle scuole primarie e superiori. Collaborano Tonno Rio Mare, Simmenthal, Sogemi, Princi Bakery, Riso Gallo, Molino Pagani,Illy Caffè, Consorzio Casalasco del pomodoro, AIPOL Soc. Coop. Agr. per l’olio extravergine e Consorzio Latteria Virgilio.

Un medico ti ascolta” è l’iniziativa partita a Brera (ogni martedì dalle 11.30 alle 13) , nei locali dell’Università della Terza età presso la parrocchia di San Marco, con diversi specialisti a disposizione degli ospiti dell’accoglienza e dei cittadini. Un progetto che ha avuto enorme successo e si vuole perciò allargare ad altri quartieri. A Quarto Oggiaro con padre Giuseppe Bettoni la prossima sede di “Un medico ti ascolta”. Contatti anche con Giambellino e Lorenteggio.

Il premio Guido Martinotti arrivato alla sua terza edizione, con l’appoggio di Fondazione Cariplo, vuole ricordare il sociologo di Metropoli. La nuova morfologia sociale della città attraverso i lavori degli allievi dei master delle scuole di giornalismo, con attenzione particolare alle periferie sotto la presidenza di Gian Giacomo Schiavi. L’ultima edizione del premio ha avuto luogo alle Gallerie d’Italia.

Dal 2013 la Prima della Scala entra in carcere a San Vittore, ma vengono offerti altri momenti musicali grazie agli appuntamenti della stagione scaligera, con MITO e il Coro dei magistrati (Corale Polifonica Nazariana).

In collaborazione con le associazioni Attraverso la Montagna onlus, Piccolo Principe onlus e con l’appoggio di MountCity.it – il notiziario che descrive “la montagna da zero a ottomila” – i ragazzi delle scuole medie Arcadia, Pertini e Curiel del quartiere Gratosoglio hanno “esplorato” la falesia, a Introbio, e l’anello del monte Coltignone pernottando allo storico rifugio Carlo Porta al Pian dei Resinelli. Il progetto è appoggiato anche dal Club Alpino Italiano e quest’anno sarà esteso ad altre periferie.

Sono già 35 i tirocini sostenuti dal progetto “Una scuola, un lavoro. Percorsi di eccellenza ”, promosso con la Fondazione Cologni dei Mestieri d’arte

E’ in cantiere la seconda edizione (curata da Giovanni Pasculli di Comunità Nuova) della Coppa Candido Cannavò – Quartieri Tranquilli, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Si parte con otto squadre (ma possono diventare di più), il sogno è giocare una finalissima a San Siro.

L’Istituto Nazionale dei Tumori e gli ospedali Niguarda e Sacco accolgono “Special Stage”, incontri musicali che rasserenano i pazienti. Il progetto è di Hugo Vivone.

Con un gruppo di pensionati del Corvetto che hanno promosso l’idea, con i commercianti e con Amsa, si tiene più pulito il quartiere. Anche alle persone che chiedono l’elemosina é stata offerta una scopa, per contribuire alle operazioni di pulizia nelle rispettive “postazioni”. L’idea é piaciuta all’Amsa e si può replicare.

Le prime 400 ciotole per l’acqua con la scritta “cani tranquilli nei quartieri tranquilli” sono state distribuite dai Navigli a Brera, dalla Bocconi a Montenapoleone, ma ora l’idea dell’architetto Marco Predari sarò estesa anche al resto della città. Donazione privata.

Visto il riscontro ottenuto da queste e anche altre iniziative che non abbiamo elencato per brevità, ci stiamo adoperando per diventare una Onlus, in modo da garantirci l’autonomia necessaria ad assicurare la gestione del sito e l’apertura della sede, ora provvisoria.

In collaborazione con Donatella Barbieri Torriani, giá presidente ALI (Agenzia Letteriaria Internazionale) e Armida Sabbatini, preside delle scuole primarie ICS Spiga e Porta Nuova e secondarie di I grado Santo Spirito e Solferino si avvicinano i ragazzi ai libri e agli editori. Un viaggio verso la lettura, pronto a continuare in periferia.