Fare la spesa

di

Sono una fan dei gruppi d’acquisto solidale, della verdura bio consegnata a casa senza sapere cosa ci sia nella cassetta, delle gite fuori porta per trovare piccoli e onesti produttori da cui acquistare formaggi e vini, per non parlare del pane di Eugenio Pol e dei presidi di Coldiretti al consorzio agrario o alla cascina cuccagna. Sono felice che tutti vadano lì. Io invece vado al Supermercato, una volta a settimana, oltre a qualche sporadico rinforzino. Quando entro, col mio bel carrello, mi sento sempre quasi un po’ felice. Al Super posso chiedere al vecchietto: “secondo lei, questi fagiolini, pesano mezzo chilo?” Il vecchietto ci becca sempre, se manca qualcosa me ne porta una manciata alla bilancia. Al Super posso consultare indisturbata tutte le confezioni di prosciutto crudo fino a quando trovo quella che è senza dubbio la migliore, posso chiedere al banco del pesce quanto ci vuole per fare il branzino al sale e non comprarlo, fare una telefonata di venti minuti col gomito appoggiato alla mensola dei crackers senza che nessuno se la prenda. Al Super posso giocare a cassiera sparando ai codici a barre con la pistola astro spaziale, ma soprattutto posso lanciarmi in corsa nelle corsie (si chiamano apposta) col carrello, e poi frenarlo strisciando i piedi a sciarpetta.

Dicono che al Super si trovi fidanzato, io tenderei a escluderlo.

9 pensieri su “Fare la spesa

  1. Andrea Crosta di Moncalvo

    Perfetto: spulcio le buste per scegliere il prosciutto col colre migliore e con meno grasso, scopro ogni volta nuovi prodotti di nicchia o etnici che testo in elaborazioni culinarie personali e adoro montare sul carrello e lanciarmi nelle corsie con frenata finale. Il fascino dei produttori slow food e ecosolidali va benissimo, ma il super è divertente. 🙂

    Replica
  2. orckidia

    ARGH!!! Prosciutto confezionato???
    Molto meglio il prosciutto tagliato al momento, ogni super ha il suo bancone afettati!
    Più buono, di sicuro FRESCO, e pure più conveniente 🙂
    Magari in orario NON di punta, così non si fa gran coda… e Ludo è più libera di far pistaaaaaa col carrello senza accoppare qc tranquilla vecchietta ahahhahahah!

    Replica
  3. Lina Sotis

    Il super mi piace molto. Ludo, da quando non si fanno più incontri? E’ da sempre, con i giardini dei cani, il luogo prediletto dai single?

    Replica
  4. Ludovica Amat Autore articolo

    incontri? ma Lina, un uomo appena appena normale mi fugge come la peste, a meno che non sia appassionato di corse in corsia o di acquisti immaginari (“in quanto cuoce il branzino al sale?” “eh, faccia una ventina di minuti”. “ah”. “vuole questo?” “no no, era per chiedere”

    Replica
  5. Giordana Talamona

    Mia madre è una fan dei super, io meno. Sarà che ci posso andare solo il sabato quando la folla sgomita per un pezzetto di prosciutto, sarà che mi intristisce vedere gli addobbi di Natale sugli scaffali da ottobre, sarà che da quando hanno messo le casse “fai da te” ci sono meno commesse e in più a “dover pagare”, devi anche fare tu il lavoro di una che l’ha perso, sarà, sarà, saràààà quel che saràààààà….

    Replica
    1. cremecaramello

      Giordana concordo con te, soprattutto sul fatto che oltre a dover pagare dobbiamo fare il lavoro delle commesse …cornuti e mazziati dai cosiddetti giganti o gruppi…e non solo al super! sarà, sarà, saràààà quel che saràààààà….:) CC

      Replica

Rispondi a Andrea Crosta di Moncalvo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *