Crisi e sorrisi

di

Dopo averci pensato in silenzio per qualche minuto, guardandomi fisso nell’occhio destro, ma potrei dire fino al cervelletto, è così che Lina ha deciso di battezzare la sezione del suo blog dove scriverò d’ora in poi. Crisi e sorrisi. Un titolo che pare mi sia guadagnata sul campo. A mia nonna, che detestava le contaminazioni (il riso con il riso, i piselli con i piselli) non sarebbe piaciuto, a me invece piace partire da un ossimoro, che coincide col mio personale programma salvavita.

Non è che ieri, quando “la banca” mi ha comunicato che mi ridurrà il fido, mi sia sbellicata dal ridere, questo no. E neppure si può dire che soffra di una semiparesi da sorriso seriale. Sta di fatto che quando comincio a scrivere di guai i drammi si trasformano in farsa, per motivi a me ignoti tutto diventa improvvisamente relativo, quasi sempre comico, certamente più leggero.

Balle. In realtà Lina non sapeva come dirmi che per la rubrica Ragazze da Marito sono davvero  troppo giovane.

 

7 pensieri su “Crisi e sorrisi

  1. matteoaragorn

    Esco un po’ dal seminato, però… la foto più grande ci ha fatto scoprire che Ludovica è proprio carinaaaaaaaa!

    Replica
    1. Ludovica Amat Autore articolo

      ooooh grazie matteo, altro che fuori dal seminato, mi si allargato sulla faccia un sorriso così! ma per dovere di cronaca devo confessare che la foto è stata scattata 5 anni fa 🙁 adesso ho gli occhiali, un numero crescente di capelli bianchi, la gobba, un dente solo però davanti, spesso non ricordo come mi chiamo…

      Replica
  2. andreacdm

    Ciao Ludovica, mi fa piacere essere qui con te… e comunque concordo su tutto, specie sul fatto che Lina abbai aggirato l’ostaclo: Mi voleva togliere da Liberi di Amare per motivi di staus ( fidanzato) e anagrafici…ehehe

    Replica
    1. Ludovica Amat Autore articolo

      yuhuuuu, che bel compagno di banco che mi avete assegnato! fidanzati, rottamabili e per nulla schizzinosi vi ribalteremo la curva dell’umore, da così 🙁 a così 🙂

      Replica

Rispondi a Lina Sotis Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *