Trolley Generation

di

Dagli ultimi dati di una ricerca Doxa-Europcar appena diffusa, sembra che ben 67 italiani su cento quando viaggiano abbiano abbandonato la tradizionale valigia o la borsa in favore del famigerato trolley. Quindi la trolley generation non è una esagerazione.
Lo studio analizza il divertente e piuttosto intimo rapporto tra i viaggiatori-turisti e il loro bagaglio e il modo di prepararlo.
Complice la moda del viaggio “last minute” ben 71 italiani su cento prepara la valigia, anzi il trolley in meno di 2 ore e mai prima del giorno precedente alla partenza, ma ci sono “i pignoli” che impiegano almeno 4 ore e “i meticolosi” che cominciano a riempirli 4 giorni prima di partire.
Pare sia un vero rito sociale. Tanto che uno su quattro si deve fare aiutare da un familiare, e la metà sostiene che ha un suo segreto infallibile per farci entrare tutto.
Chi piega, chi separa, chi arrotola, chi riempie i vuoti e ben 13 su cento finiscono inevitabilmente con il sedercisi sopra per la soluzione finale.
A parte la categoria dei “vanitosi” che non rinuncerebbe mai a portare un vestito elegante , molte cose vengono sacrificate ma quello che non manca mai in valigia pare siano le medicine, le scarpe preferite e un libro.
Quello che ha stroncato definitivamente le ambizioni di molti viaggiatori è stata la pratica del low cost. In questi voli le compagnie sono inflessibili sulla quantità e il peso dei bagagli così si è dovuta sviluppare una corrente di viaggiatori “essenziali” costretti non senza costernazione a limitare stile ed eleganza e a cacciar tutto il bagaglio in mini trolley “light” da cabina.
E voi , vi siete rassegnate alla lunga coda del trolley o preferite ancora la informale e morbida borsona da spalla o la elegante rigida valigia di pelle? E quali sono i vostri segreti per preparare il bagaglio perfetto?
 

16 pensieri su “Trolley Generation

  1. Pulcina

    Una volta ero come le chioccioline: mi portavo la casa dietro! Poi 15 anni di lavoro in trasferta mi hanno insegnato a minimizzare la valigia (ovviamente trolley, molto più pratica).
    Segreto? Abbinabilità dei capi, quando facevo i bagagli ogni settimana avevo la “settimana grigia”, quella blu, quella marrone… nel senso che i capi base (giacche, pantaloni, gonne e scarpe) erano di quel colore, con bluse ecc che non facessero “a pugni”.
    (segue)

    Replica
  2. Pulcina

    (segue) Ho un file sul PC col contenuto tipo della valigia. Logicamente non tanto i vestiti, che variano in base a stagione, meta e circostanze varie, e che nessuno sano di mente dimenticherebbe, ma quei tanti piccoli oggettini/capi meno vistosi: caricatore cellulare, mollette per bucato (per lavare biancheria), grucce (sono sempre in difetto),… ecc ecc ecc
    E con tutta questa scienza non vado in vacanza dal 2007. Speriamo almeno nell’anno prossimo…
    Salutone

    Replica
  3. cremecaramello

    Per viaggi e spostamenti frequenti in &ælig;reo il trolley Dakine è perfetto, anche come sgabello in &ælig;roporto (vedi foto) tuttavia detesto caparbiamente il rumore dei trolley e quoto la mitica inossidabile Samsonite borsa valigia comoda e capiente, sempre accettata come bagaglio a mano. CC

    Replica
  4. Giobbi..

    Non fa piega il filo logico, dopo il matrimonio c’è il viaggio di nozze, e bisogna preparare le valigie. Sarà argomento di interesse, ma io viaggio comodo con zaino in spalla.

    Replica
  5. Lina Sotis

    C’è stato un periodo della mia vita che andavo tutti i weekend a Roma, allora ho imparato a viaggiare con pochissimo. Basta un dettaglio per sembrare diversa. La sera un leggerissimo vestito di Chiara Boni ed è fatta. In &ælig;reoporto mi siedo sempre sul trolley.

    Replica
  6. manu52

    Non sopporto il rumore da carriola del trolley. Ho un borsone morbido molto capiente,e me ne faccio carico. In fondo è come fare palestra…Poi ho uno zainetto che porto sempre con me e che contiene le cose imperdibili,iPod,iPad caricatori vari,macchina fotografica,telefono.
    Per ridurre all’osso l’abbigliamento da portare, impiego un po’ di tempo,ma alla fine sono sempre soddisfatta delle scelte operate.

    Replica
  7. Nontiscordardime

    Senza trolley sarei perso… Il mio bagaglio perfetto? Imbusto tutto, vestiti e non. I vestiti perchè con una patina di palstica scivolano tra di loro senza aggrinzirsi.. e poi ogni sacchetto è come un singolo cassetto, quindi è più facile cercare ciò che vuoi senza sgualcire nulla (e senza aggravare il peso del bagaglio).

    Replica
  8. Nontiscordardime

    Senza trolley sarei perso… Il mio bagaglio perfetto? Imbusto tutto, vestiti e non. I vestiti perchè con una patina di palstica scivolano tra di loro senza aggrinzirsi.. e poi ogni sacchetto è come un singolo cassetto, quindi è più facile cercare ciò che vuoi senza sgualcire nulla (e senza aggravare il peso del bagaglio).

    Replica
  9. Nontiscordardime

    Il resto lo faccio per precauzione: una medicina che si rompe, un profumo, una crema per le scarpe o lo shampoo (che io non uso più ma qualcuno avrà) possono creare seri problemi ai vestiti ed al baglio stesso. Quindi tutto imbustato asetticamente , sempre! Da bagaglio a cassetto e da cassetto a bagaglio. Nel cassetto uso i sacchetti dei vestiti perchè odio la polvere e trattengono il profumo dei vestiti appena lavati

    Replica
  10. Nontiscordardime

    .anche se poi.. ok ok.. lo ammetto.. in ogni sacchetto metto una saponetta fregata all’albergo.. la mia casa è invasa sa sacchetti per abiti e saponette! Però le saponette le tolgo prima di partire o il trolley potrebbe pesarmi 10 chili di più!

    Replica
  11. Nontiscordardime

    quando compro un capo come una camicia od un maglione, chiedo il sacchetto orginale, cioè quello in cui è confezionato il capo stesso.

    Replica
  12. Nontiscordardime

    Signora Sotis.. la valigia è il mio ufficio praticamente. Mi hanno chiamato da Roma per risolvermi un problema che ho avuto in Austria, peccato che l’abbiamo fatto quando oramai ero già ad in Abu Dhabi. Questa cosa mi ha fatto molto riflettere… sono io che mi muovo troppo o è la burocrazia Italiana che è molto lenta? Comunque mi sa che tra un pò mi tocca la Corea se il lavoro va avanto così… Ovviamente la valigia sarà sempre la solita con i soliti vestiti ed i soliti sacchettini.

    Replica
  13. Lina Sotis

    Ecco perchè non metti su famiglia, sei sempre in viaggio. Però mi sembra ti diverti. Quando è prevista la Corea?

    Replica
  14. Nontiscordardime

    🙂 certo che mi diverto.. altrimenti non lo farei. 🙂
    La Corea? Ho appena fatto una riunione.. può darsi che non sia necessario (e lo spero vivamente) ma lo vedremo in seguito. Il trolley è li , sempre pronto, i vestiti già perennemente imbustati, scarpe incluse. Tempo per riempire un trolley in queste condizioni? …non più di 7-8 minuti. Facile e pratico! No?

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *